Vision

Il Marchio Gutteridge da sempre sinonimo di eleganza e qualità sartoriale, è rivolto a tutti coloro che amano ricercatezza e stile nel proprio abbigliamento.

L’eccellente manifattura sartoriale unica nel suo genere, la qualità dei filati, la forte attenzione ai dettagli unita a una eleganza senza tempo per la moda uomo, hanno consentito al marchio Gutteridge di affermarsi nel tempo e di divenire uno dei principali marchi italiani.

















Storia

Il marchio, fondato a Napoli nel 1878 dallo scozzese Michael Gutteridge, si inserisce nel contesto della Napoli dell’Italia post-unitaria, che sebbene abbia perso il proprio status di capitale resta la prima città italiana per popolazione desiderosa di riscattarsi.

La favorevole posizione geografica, al centro del Mediterraneo e sulla rotta del canale di Suez, il clima mite e le bellezze naturali fanno di Napoli la meta ideale di investitori stranieri, soprattutto del Nord Europa.

Ed è proprio in questo periodo ricco di occasioni economiche e opportunità commerciali, che Michael Gutteridge, trova terreno fertile per dar vita al proprio sogno imprenditoriale, con la creazione del marchio “Gutteridge & Co”.

Nell’aprile del 1878, il giovane scozzese inaugura il primo negozio Gutteridge in Piazza Dante, dando vita ad un florido commercio di tessuti in cotone e lana, con il supporto del suocero allora principale produttore tessile in Scozia. Con i tessuti importati, il marchio Gutteridge cresce rapidamente ed apre un secondo e più prestigioso negozio nella vivace Via Toledo, centro nevralgico della Napoli bene di fine '800; ed è proprio questo negozio, sito nello storico Palazzo Stigliano, casa anche dell'ultimo Caravaggio, che Gutteridge si afferma come vera e propria istituzione napoletana: Matilde Serao scriverà un libro del 1899 “La Ballerina” il cui soggetto è per l'appunto un commesso della boutique e ben cento persone saranno impiegate solo nella vendita per corrispondenza, estendendo la fama di Gutteridge non solo in Italia, ma in tutta Europa. 

Rilevato nel 1997 dal Gruppo Capri, in seguito all’acquisto degli storici locali di Palazzo Stigliano, in via Toledo a Napoli, Gutteridge è stato rilanciato dando vita ad un nuovo concept commerciale che unisce la qualità sartoriale ad un gusto ricercato ed esclusivo.

E’ quest’aurea magica fatta di tradizione e qualità che avvolge il nome Gutteridge: l’eccellente manifattura, i tessuti ricercati, l’attenzione ai dettagli, sono tutte qualità che si ritrovano nei capi del Gutteridge contemporaneo.

Collezioni

L’eccellente manifattura, i tessuti ricercati, l’attenzione ai dettagli, sono tutte qualità che si ritrovano nei capi del Gutteridge contemporaneo. 

Giacche, pantaloni, completi ed in genere i capi spalla tutti dal taglio sartoriale, pullover in cashmere e filati pregiati, calzature ed accessori estrosi ed eleganti, rendono questo il marchio unico nel suo genere e che ridefinisce l’uomo moderno con un’eleganza esclusiva.

L'eleganza sartoriale di Tailor di Saville Row si unisce all'estro tutto partenopeo, per creare delle collezioni uniche e raffinatissime. 

Lane pregiate, cashmere dai colori brillanti, cotoni pesanti e velluti morbidissimi, cedono il passo d'estate a fibre di lino, cotone e seta dalla texture delicata e avvolgente, per regalare all'uomo Gutteridge una mise versatile ed accessibile, adatta ad ogni occasione. Raffinati e ricercati, i capi Gutteridge sono creati per l'uomo moderno che predilige vestire con stile. 

Punti Vendita

Curate nei minimi dettagli, le boutique Gutteridge rispecchiano a pieno i valori di heritage ed eleganza del brand anglo napoletano. I punti vendita sono progettati per rendere l’ambiente caldo ed accogliente caratterizzati da arredamenti ricercati ed esclusivi che ben rappresentano i valori di un marchio che ha fatto dell’eleganza italiana il suo punto di forza.

Presente oggi in Italia con più di 60 boutique (tra le quali Napoli, Roma, Milano Firenze), Gutteridge rappresenta uno dei più importanti marchi in ascesa sul mercato nazionale e internazionale con la programmata apertura di store nelle principali città Europee. Imminente l’ingresso nel mercato Spagnolo nelle città di Barcellona e Granada.